Nominate le rappresentanze dei Gal siciliani al tavolo partenariale e ai comitati di sorveglianza

Domenica, 10 Giugno 2018 15:01 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è tenuta presso l’Assessorato regionale dell’Agricoltura, l’Assemblea dei Gal siciliani selezionati nell’ambito della programmazione 2014-2020.

Su richiesta dell’Amministrazione regionale, sono state individuate le rappresentanze presso gli organi deputati a sovrintendere alle azioni di programmazione e attuazione della spesa comunitaria.

Andrea Ferrarella, del GAL Golfo di Castellammare, è stato nominato rappresentante unico dei GAL siciliani nel tavolo regionale del partenariato. Alessandro La Grassa, del GAL Valle del Belice, è stato nominato componente supplente.

Dario Costanzo, del GAL Isc Madonie, è stato designato rappresentante dei GAL nel Comitato di sorveglianza del PSR 2014/2020. Rocco Lima, del GAL Elimos, è stato nominato componente supplente.

Concetto Bellia, del GAL Terre dell’Etna e dell’Alcantara, è stato designato rappresentante dei GAL nel Comitato di sorveglianza del PO FESR Sicilia 2014/2020. Salvatore Tosi, del GAL Metropoliest, è stato nominato componente supplente.

Tali nomine vanno a completare le rappresentanze dei GAL già espresse nelle precedenti settimane, nell’ambito della costituzione del Tavolo Tecnico presso l’Assessorato regionale dell’Agricoltura, organo al quale sono stati chiamati a collaborare: Sebastiano Di Mauro (GAL Natiblei), Salvatore Troia (GAL Rocca di Cerere), Giuseppe Vetrano (Gal Sicani) e Olindo Terrana (GAL Sicilia Centro Meridionale).

Il coinvolgimento di ben 10 rappresentanti dei GAL, impegnati nei diversi ruoli in seno agli organi di concertazione, sono l’espressione di una precisa volontà, condivisa tra Autorità di Gestione e GAL, di collaborare strettamente al fine di rendere sempre più efficace l’approccio Leader nella Programmazione comunitaria 2014/2020.

I GAL si sono impegnati, inoltre, a costituire al più presto un organismo di rappresentanza tra i GAL siciliani, che possa loro consentire anche la partecipazione ai tavoli nazionali della Rete Rurale Nazionale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.