Parcheggiatore abusivo chiedeva l’obolo minacciando di danneggiare l’auto. Arrestato dalla Polizia

Domenica, 03 Settembre 2017 12:23 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Prosegue senza sosta l’attività di contrasto della Polizia all’annoso fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

Ieri in due diverse zone di palermo i poliziotti hanno identificato e sanzionato due parcheggiatori abusivi, uno dei quali è stato arrestato.
Il primo episodio si è verificato in via Alberto De Agostini, allorquando gli agenti hanno notato due uomini ed una donna intenti in una accesa discussione, per cui hanno inizialmente  riportato la calma, con non poche difficoltà in quanto uno dei due uomini, poi identificato per Yaw Atta Agyemang, 37enne ghanese, ha continuato ad inveire sul cittadino palermitano. Dai racconti dei coniugi palermitani, vittime delle invettive, i poliziotti apprendevano che erano da poco arrivati sul posto ed avevano parcheggiato la propria autovettura, quando il cittadino  ghanese li aveva avvicinati e con fare minaccioso aveva chiesto loro il solito “obolo” per consentire il parcheggio. L’uomo raccontava inoltre di conoscere già l’extracomunitario, in quanto altre volte era stato avvicinato dallo stesso a fronte di analoghe, ma in questa circostanza il parcheggiatore lo aveva aggredito verbalmente minacciandolo di ripercussioni sull’autovettura se non avesse pagato.
I poliziotti, hanno successivamente tentato di identificare il ghanese che per tutta risposta li ha spinti cercando di guadagnare la fuga. L’uomo a quel punto è stato bloccato e accompagnato negli uffici del Commissariato per ulteriori accertamenrti dopodichè condotto presso le camere di sicurezza in attesa di giudizio con la contestazione di tentata estorsione continuata e resistenza a pubblico ufficiale.
Il secondo episodio si è verificato nei pressi della via Roma dove gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine hanno controllato un parcheggiatore abusivo al quale hanno notificato l’ordine di allontanamento immediato dai luoghi e lo hanno sanzionato per un importo di 1000,00 €.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.