Rubano borsa a una donna che pregava sulla tomba della madre morta. Arrestati dalla Polizia

Venerdì, 01 Settembre 2017 14:29 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Fermati due uomini, padre e figlio per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale

La Polizia di Stato ha arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale due uomini, G.M. 48enne e A.M. 21enne, padre e figlio, entrambi residenti del quartiere “Brancaccio”.

Gli agenti del Commissariato P.S. “Libertà” , su segnalazione della Sala Operativa, si sono recati al cimitero dei Rotoli a seguito di un furto perpetrato ai danni di una giovane donna, recatasi sulla tomba della propria madre, venuta a mancare pochi mesi fa.

I due malviventi, senza alcuno scrupolo, approfittando di una distrazione della vittima, si sono impossessati della borsetta che la stessa aveva adagiato vicino la tomba della congiunta e in un batter d’occhio si sono allontanati occultando il bottino tra le tombe del cimitero.

La donna, accortasi del furto, è riuscita a dare l’allarme ed i poliziotti, giunti immediatamente sul posto, hanno setacciato il cimitero individuando, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, i due soggetti indicati quali autori del furto.

I malfattori, avvicinati dagli agenti, hanno mostrato insofferenza al controllo, spintonando vigorosamente i poliziotti che li hanno bloccati ed accompagnati in ufficio.

Una volta in Commissariato, il giovane ha confessato il furto, fornendo precise indicazioni su dove aveva nascosto la borsa ed il bancomat; la somma di denaro contenuta in quest’ultima è stata, invece, trovata addosso al padre.

I due sono stati arrestati e posti ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.