Controlli dei Carabinieri nel fine settimana: ritirate 21 patenti per guida in stato di ebbrezza e sequestrate 30 autovetture e motocicli

Lunedì, 10 Luglio 2017 15:20 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

E’ stato un fine settimana difficile per gli automobilisti ed i motociclisti indisciplinati.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Compagnia di Palermo San Lorenzo, impegnati nel piano “estate sicura” disposto dal Comando Provinciale di Palermo, hanno nuovamente intensificato i controlli tesi al contrasto e alla repressione degli illeciti legati al codice della strada.
Nella notte appena trascorsa, i Carabinieri hanno effettuato numerosi servizi di contrasto alle stragi del sabato sera nei pressi dei locali della movida palermitana, con l’utilizzo di stazioni mobili ed  etilometri.
Sono ben 21 i conducenti di autovetture e motocicli a cui sono state ritirate le patenti, perché responsabili del reato di guida in stato di ebbrezza, trovati con un tasso alcolico superiore a 0.8 grammi/litro, motivo per cui è scattata una denuncia penale ai sensi dell’Art. 186 lett. B del codice della strada. Sono 6 in totale, quelli a cui è stata contestata la violazione dell’Art. 186 lett. A, avendo un tasso di alcol nel sangue compreso tra 0.5 e 0.8, cavandosela con il ritiro della patente ed una sanzione amministrativa salata.
Sono 29 i mezzi tra autovetture e motocicli sottoposti a fermo amministrativo. 4 persone sorpresi alla guida sprovviste di patente e 20 i centauri a cui è stata contestata la guida senza casco.
Infine 1 autovettura è risultata sprovvista di revisione, mentre 5 automobilisti circolavano nonostante i propri veicoli fossero sprovvisti di assicurazione.
A bere non sono solo giovani maschi: tra i sanzionati c’erano anche tre donne e l’età era varia: dai 18 ai 50 anni.
I controlli continueranno giornalmente e verranno intensificati durante tutti i fine settimana.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.