Polizia sventa furto in appartamento a Mondello e ne arresta i due giovani autori

Domenica, 13 Novembre 2016 12:26 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Mondello, nei giorni scorsi hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di furto in abitazione aggravato, in concorso: Pietro Covello, pregiudicato palermitano di anni 29, residente nel quartiere Zen e C. G. F., minorenne palermitano di anni 14.

I poliziotti della Volante “Mondello”, intorno alle 13.00, venivano inviati in via Torre Pilo, ove era stata segnalata la presenza sospetta di alcuni giovani all’interno di una villetta. Gli Agenti trovavano ad attenderli i proprietari dell’immobile, a loro volta avvisati dai vicini che avevano visto due ragazzi scavalcare il cancello d’ingresso della loro abitazione.

I poliziotti constatavano che l’immobile si presentava regolarmente chiuso, quindi avute in consegna le chiavi dai proprietari, accedevano all’interno del giardino circostante l’immobile in questione ed avevano modo di notare che le imposte di accesso al salotto erano state forzate ed aperte.

Entrati all’interno dell’abitazione, nella stanza da letto, notavano due persone, poi identificate in Pietro Covello e C.G. F., il primo con in mano una statuetta in gesso ed una custodia per occhiali, il secondo intento a rovistare la cassettiera, già messa a soqquadro.

I poliziotti bloccavano i due giovani che venivano identificati ed accompagnati presso gli uffici del Commissariato Mondello in stato di arresto.

All’ingresso dell’immobile veniva notato parcheggiato un motociclo Yamaha “T-Max”, di colore nero, che dai successivi accertamenti risultava essere intestato alla madre di Covello; quest’ultimo ne aveva avuta la disponibilità e con quel mezzo aveva raggiunto Mondello, motivo per cui il motociclo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

Il minore veniva accompagnamento presso il Centro di Prima Accoglienza “Malaspina”, l’arresto del maggiorenne veniva, invece, convalidato e al giovane venivano concessi gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.