Arrestato corriere della droga con 4 kg di hashish e cocaina per un valore di 30mila euro

Sabato, 27 Agosto 2016 12:16 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ieri sera, la Polizia di Stato ha tratto in arresto, per detenzione e spaccio di stupefacenti un uomo con grosso carico di droga sulla propria vettura.

Si tratta del 45enne palermitano Robertino Rubino, trovato in possesso di 4 kg di hashish e oltre 100gr di cocaina.

L’arresto è stato effettuato dai poliziotti della Squadra Mobile diretta dal Dr. Rodolfo RUPERTI, nell’ambito dei servizi predisposti dal Questore di Palermo per la prevenzione e il contrasto dei reati predatori e del traffico di sostanze stupefacenti, effettuati da agenti in uniforme delle Volanti e personale in borghese della Squadra Mobile, con lo scopo di monitorare le principali arterie cittadine nonché gli assi viari autostradali piu’ importanti che adducono al capoluogo. Ai servizi hanno partecipato anche unita’ cinofile antidroga della Questura.

Gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile palermitana hanno individuato, in via Ernesto Basile, una Fiat Panda che alla vista dei poliziotti ha dapprima rallentato bruscamente la marcia, salvo poi riprendere in maniera spedita.

L’atteggiamento assunto dal conducente ha destato i sospetti degli agenti che hanno deciso di fermare il veicolo per un controllo.

Durante l’accertamento, il conducente dell’autovettura ha manifestato una certa ansia e insofferenza, tanto da insospettire gli agenti inducendoli ad approfondire il controllo, estendendolo anche al veicolo.

L’intuizione dei poliziotti ha disvelato il segreto dell’uomo: dietro il pannello dello sportello posteriore, gli agenti hanno rinvenuto 8 involucri contenenti 5 panetti di hashish ciascuno, per un peso complessivo di 4kg e del valore di oltre 30.000 € al dettaglio, oltre ad un involucro plastificato con oltre 100 gr di cocaina

I poliziotti hanno proceduto al sequestro della sostanza stupefacente ed all’arresto del corriere, che è stato successivamente condotto presso la Casa Circondariale “Pagliarelli”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.