Dopo le sterpaglie e le campagne a prendere fuoco è la vita politica del paese

Lunedì, 25 Luglio 2016 21:45 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(2 Voti)
Nel pomeriggio di oggi sul profilo facebook della sezione di Campofelice di Roccella del Pd è apparso un attacco a testa bassa contro Peppuccio Di Magggio, rappresentante NCD del paese ed ex consigliere provinciale.

Erano circa le 15 quando sul profilo facebook del Pd campofelicese appare un messaggio, un attacco diretto a Di Maggio che nelle ultime settimane sta attaccando duramente l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Battaglia. "Dai documenti - si legge nel post fb - si vede come Giuseppe Di Maggio, assessore alla Pubblica istruzione in quota Pdl, e Vito Di Marco, assessore alle Politiche dell’Ambiente in quota Udc, in un mese abbiano percorso oltre 4 mila chilometri a testa sulle autoblu. Mentre il segretario generale Salvatore Currao il 7 maggio si è recato dal dentista, certo non un appuntamento istituzionale. Ma a sentire le voci di Palazzo non mancano “strappi” dal parrucchiere piuttosto che al supermercato per la spesa. Dai confronti dei rapporti di viaggio, emerge come sia diventata prassi da parte dei rappresentanti eletti, utilizzare le autoblu come un servizio navetta dal proprio domicilio a Palazzo. Pratica non consentita dal regolamento".
Le accuse sono pesanti, e sono apparse nel giorno in cui alcuni cittadini hanno attaccato il sindaco invitandolo alle dimissioni.
La risposta di Di Maggio non si è però fatta attendere. "Poiché è una vicenda di oltre 6 anni fa per la quale, ovviamente, non ho ricevuto neanche un avviso di garanzia - scrive Di Maggio - e, quindi, è ripresa solo per danneggiare la mia immagine, provvederò a querelare il segretario del PD di Campofelice e gli amministratori della pagina per diffamazione aggravata. Criticatemi politicamente come volete. Ma io non diffamo e non accetto di essere gratuitamente diffamato!".
E adesso lo scontro rischia ora di passare dalle pagine facebook alle aule di tribunale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.