Ufficiale il calendario di incontri di “Palermo arabo-­normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale: Storia, cultura, arte e architettura”

Venerdì, 11 Marzo 2016 13:01 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dal 2 aprile appuntamento con il seminario “Palermo arabo-­normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale: Storia, cultura, arte e architettura. Da officina di splendori a Patrimonio dell’Umanità Unesco”, l'evento culturale pensato e fortemente voluto dalla sede di Campofelice di Roccella dell’associazione SiciliAntica, per presentare una panoramica quanto più possibile ampia e completa sugli splendori artistici e culturali della Sicilia normanna, generati dal felice incontro e dalla convivenza pacifica di culture diverse. 

 

«Un’occasione immancabile – ha dichiarato lo Storico dell'Arte Marco Failla, coordinatore del corso - per approfondire le conoscenze su questo ricchissimo periodo storico e sulle straordinarie testimonianze artistiche che esso ha partorito. Il castello della Roccella – sito anch’esso risalente ad età normanna – sarà la sede ideale ad accogliere gli studiosi e i referenti istituzionali riuniti per l’evento».
Durante il corso sarà possibile conoscere le numerose testimonianze storiche, artistiche e architettoniche dell'epoca e le dinamiche che hanno portato all’iscrizione nella World Heritage List Unesco di dieci siti tra le città di Palermo, Monreale e Cefalù.
Il seminario coinvolge diversi studiosi ed esperti, la Fondazione Unesco Sicilia e la sezione regionale dell’Associazione nazionale Giovani per l’Unesco: il direttore della Fondazione Unesco Sicilia Aurelio Angelini; la rappresentante regionale Sicilia del Comitato nazionale Giovani per l'UNESCO e coordinatrice nazionale progetto Educazione Elvira Nicolini; gli storici dell’arte Ruggero Longo, Silvia Armando, Francesca Anzelmo, Marco Failla e Giuseppe Fazio; l'archeologa Carla Aleo Nero.

Tutti gli incontri si svolgeranno a Campofelice di Roccella presso il Castello di Roccella.
Per informazioni ed iscrizioni si possono contattare i numeri +39 320 45 61 769 e +39 328 71 67 607, o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.