Minacce e lesioni. Condanna per un uomo di Caccamo

Mercoledì, 02 Marzo 2016 08:11 Scritto da  Pubblicato in Caccamo
Vota questo articolo
(2 Voti)
Il giudice monocratico di Termini Imerese ha condannato un quarantenne di Caccamo alla pena di due mesi e due giorni di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali, perché ritenuto colpevole di minacce e lesioni ai danni di un compaesano.
I fatti risalgono al 2013, quando la vittima, che si trovava in quel mentre davanti un bar di Caccamo, è stata avvicinata da Giovanni Proietto che, dopo un'accesa discussione, l'avrebbe minacciato pesantemente e spintonato, facendolo cadere a terra. Il motivo della lite tra i due sarebbe stato una causa civile pendete tra le rispettive famiglie. Dopo la denuncia della subita aggressione fatta dalla vittima ai carabinieri, Proietto è stato tratto a giudizio e qui riconosciuto colpevole. Oltre alla condanna penale, lo stesso dovrà pure risarcire alla vittima i danni civili.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.