Aggredisce e rapina una ragazza. Arrestato dai Carabinieri

Lunedì, 06 Ottobre 2014 15:11 Scritto da  Pubblicato in Alimena
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ieri pomeriggio, domenica 5 ottobre, intorno le 15 i Carabinieri di Petralia Sottana hanno proceduto all’arresto di Paolo Antonio Vazzano, 37enne di Alimena, già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi giudiziari, responsabile di aggressione e rapina ai danni di una ragazza.

 

Nella notte tra sabato 4 e domenica 5 ottobre, una ragazza aliminese di 34 anni, ha incontrata vazzano offrendogli un passaggio in auto su richiesta dell’interessato. Durante il tragitto, all’altezza della contrada “Vaccarizzo”, sulla strada che conduce al centro abitato di Alimena, il giovane, dopo averle fatto arrestare la marcia, ha iniziato a malmenarla.
La giovane vittima ha inizialmente cercato di difendersi ma è stata sopraffatta dalla violenza dell’uomo, che dopo essersi impossessato di due cellulari è fuggito verso il centro abitato di Alimena.
La ragazza ha allora contattato i Carabinieri chiedendo soccorso. L’operatore della Centrale Operativa della Compagnia di Petralia Sottana, ha allertato immediatamente tutte le pattuglie in servizio e sul posto sono intervenuti i militari del Nucleo Radiomobile, unitamente ai colleghi delle Stazioni di Bompietro e Alimena. Gli investigatori, dopo aver preso contatti con la vittima ed acquisite le prime necessarie informazioni, hanno iniziato una vera e propria caccia all'uomo.
La vittima intanto, a seguito dell’aggressione subita, è stata soccorsa ed accompagnata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Petralia Sottana dove i sanitari le hanno riscontrato: trauma cranico, trauma addominale, escoriazione al torace, al gomito sinistro e ginocchio sinistro, trauma contusivo gomito e ginocchio sinistro, escoriazioni al viso ed al collo, giudicata guaribile in otto giorni
Le ricerche sono proseguite ininterrottamente fino alle 15.00 di domenica quando un equipaggio del Nucleo Radiomobile è riuscito ad individuare il ricercato, che in modo defilato si incamminava a piedi per un viottolo del suo paese, nel tentativo di raggiungere un altro luogo dove nascondersi. L'uomo è stato subito raggiunto e bloccato per essere traportato in Caserma a Petralia Sottana dove è stato dichiarato in stato di arresto con l’accusa di rapina aggravata.
Al termine delle formalità di rito è stato infine accompagnato al carcere di Termini Imerese.
I due cellulari sono stati recuperati e restituiti alla vittima dopo aver formalizzato la denuncia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.