Le “Aquile” volano con il popolo Saharawi

Venerdì, 08 Agosto 2014 02:30 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’Associazione Nazionale di Volontariato di Protezione Civile “Aquile”, sede Locale di Campofelice Roccella, ha realizzato un progetto di solidarietà denominato “Voliamo con i Saharawi” che si è svolto dal 19 al 30 luglio e che prevedeva l’accoglienza di nove bambini che vivono da profughi nel Sahara occidentale e che sono affetti di “celiachia” (intolleranza permanente al glutine). Infatti, presso il popolo Sahrawi si registra una percentuale di persone affette da “Celiachia” fra le più elevate al mondo, circa il 6%.

 

L’associazione di Protezione Civile Aquile, per il periodo di permanenza a Campofelice di Roccella, unitamente ad altri volontari che hanno voluto dare il proprio contributo,  ha fatto si che i bambini vivessero momenti gioiosi, con attività ludico-pratiche-ricreative e nel contempo fornire una giusta alimentazione controllata.  Nell’abito dello stesso progetto è stata organizzata, per domenica 27 luglio, una conferenza dal titolo: “la celiachia e il popolo Saharawi” che ha visto la partecipazione di Filippo Di Carlo, che da anni collabora con l’Istituto dei Ciechi Opere riunite “I. Florio F. ed A. Salamone” di Palermo, il Sindaco del Comune di Campofelice di Roccella Massimo Battaglia, il prof. Antonio Carroccio, Direttore dell’U.O.C. Medicina Interna dell’Ospedale Riuniti di Sciacca, prof. Giuseppe Iacona, Direttore del reparto di Gastroenterologia Pediatrica dell’Ospedale dei bambini di Palermo, dott.ssa Serena Mendola, dietista e la dott.ssa Debora La Barbera, psicologa. Il Responsabile della sede Locale, Aquile, Vito Giangreco, soddisfatto degli esiti che vi sono stati, ringrazia l’Amministrazione Comunale, i vari esercenti e i volontari, per il piccolo o grande contributo che hanno dato, e aver fatto si che il progetto di accoglienza venisse portato a termine. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.