Vandalizzano scuola. Arrestati tre giovani palermitani

Lunedì, 28 Aprile 2014 17:18 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Gli Agenti di Polizia del Commissariato “Porta Nuova” hanno arrestato i palermitani Antonio Barone, 20enne, Giovanni Barone, 18enne e il 16enne C.S., ritenuti responsabili del reato di furto aggravato in concorso.

 

Stanotte, i malviventi si sono resi autori di un blitz in un istituto scolastico, l’asilo nido comunale “Maricò”, di via Salvatore Pelligra, già in passato oggetto di analoghi “trattamenti” e, per questo, tenuto sotto controllo dagli agenti con passaggi saltuari.

Nel corso di uno di questi transiti i poliziotti hanno intercettato, a breve distanza dall’istituto, una moto ape colma di generi di conforto e prodotti che non è stato difficile ricondurre all’istituto scolastico.

All’atto dell’intervento degli agenti, il mezzo era stracolmo di decine di scatole contenenti materiale igienico sanitario, come pannolini, salviettine imbevute, carta igienica e persino, generi alimentari.

I poliziotti hanno proceduto così al controllo del mezzo e degli occupanti che, anche alla luce del ritrovamento sul mezzo stesso di numerosi arnesi atti allo scasso, hanno immediatamente ammesso le loro responsabilità, in ordine al furto commesso al nido comunale.

Un accurato sopralluogo nell’edificio scolastico ha confermato come l’istituto, la cui finestra era stata forzata ed i cui ambienti erano stati messi a soqquadro, fosse stato completamente razziato di generi di prima necessità per i bambini.

L’ingente furto avrebbe potuto probabilmente creare non poche difficoltà alla normale prosecuzione dell’attività dell’istituto, precludendone l’apertura per i prossimi giorni.

In sede di giudizio per direttissima gli arresti sono stati convalidati e sono state disposte le seguenti misure: per Antonio Barone sono stati disposti gli arresti domiciliari mentre per Giovanni Barone è stato disposto l’obbligo di firma.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.